Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 

facebook
instagram
twitter
whatsapp

Viaggio nelle Saline di Trapani e Paceco

06-06-2024 11:20

Teresa Molinaro

cultura e territorio, saline di trapani e paceco, wwf italia, sale, fenicotteri rosa, sicilia, biodiversità, , teresa molinaro, nuvole, ,

Viaggio nelle Saline di Trapani e Paceco

Tra nuvole e sale

1717588442123.jpeg

RISERVA NATURALE ORIENTATA SALINE DI TRAPANI E PACECO

 

La Sicilia è uno scrigno di colori, bellezza, natura e biodiversità: un esempio lo è la Riserva Naturale Orientata Saline di Trapani e Paceco.

Si tratta di una meravigliosa area protetta che si estende per circa 1.000 ettari a sud di Trapani, dalla periferia del capoluogo fino alla frazione di Salina Grande, e che ricade nei comuni di Trapani e Paceco: l’area è scampata dall’urbanizzazione selvaggia circostante, essendo stata istituita nel 1995 la Riserva Naturale Orientata di Trapani e Paceco, la cui gestione è affidata al WWF Italia.

In questo luogo altamente produttivo per l’attività salina, vi è un tesoro rappresentato dalla biodiversità che la riserva custodisce, e la presenza dell’uomo e le varie specie di flora e fauna riescono pacificamente a convivere.

1717509491218.jpeg1717509587214.jpeg1717509744223.jpeg1717509630589.jpeg

TRA FENICOTTERI E SPECIE MIGRATORIE

 

Si stima che le specie di uccelli presenti nella riserva siano circa 240: esse si servono delle saline come luogo in cui sostare, alimentarsi, riprodursi, e va ricordato che la vasta distesa di acqua che si estende a sud di Trapani, rappresenta una delle rotte più importanti di uccelli migratori tra l’Africa e l’Europa. Nella riserva sono presenti fenicotteri rosa, ma anche il più comune cavaliere d’Italia, la gallinella d’acqua, il fratino, l’avocetta.

Tra la primavera e l’estate non è raro avvistare alcuni di questi esemplari meravigliosi, lungo gli argini oppure in volo nel cielo azzurro che fa da contrasto al colore delle saline.

1717509688527.jpeg

IL COLORE ROSA-ARANCIO DELLE SALINE

 

Una presenza non trascurabile nelle distese d’acqua della R.N.O.  è la Dunaliella salina, una piccola alga rossa che determina il colore dell’acqua, che raggiunge la sua intensità in estate per l’aumento dei raggi ultravioletti: la Dunaliella salina rappresenta il principale sostentamento dell’Artemisia salina, un piccolo crostaceo che a sua volta è l’alimento primario del fenicottero rosa.

Anche la flora ha una sua variegata presenza nella Riserva, stimata in circa 450 specie, tra cui alcune a rischio estinzione come la Calendula maritima, la rara  pianta parassita Cynomorium coccineum L nota come “Fungo di Malta”, il Limoniastrum monopetalum.

1717509873070.jpeg
1717510214091.jpeg1717510040256.jpeg

IL PREZIOSO SALE

 

La Riserva rappresenta uno degli ultimi siti di produzione attiva del sale in Sicilia: qui tra mulini,  vasche, canali e cumuli di sale, vi è un instancabile lavoro dei salinari che si servono di preziosi alleati naturali come il Sole, il mare, il vento… L’acqua viene convogliata in vasche di varia capienza e profondità e per effetto dell’ evaporazione e della precipitazione si ottiene, in estate, il prezioso sale marino.

 

Articolo e fotografie di: Teresa Molinaro

https://www.teresamolinaro.it

 

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder